Minorca la Misteriosa delle Baleari

Minorca Consigli sui Villaggi

Ibiza, Formentera e Maiorca tutti le conoscono e ogni anno mano a mano che ci si avvicina e durante la stagione estiva vengono prese d’assalto  da migliaia di turisti nuovi e repeaters  negli anni.

Ma nella famiglia delle  isole Baleari esiste anche Minorca, senza dubbio più tranquilla delle sorelle e meno pubblicizzata, ma non meno accogliente e meno divertente, semplicemente meno conosciuta e quindi più misteriosa .

Decidere per le vacanze a Minorca , non è per nulla un salto nel buio, piuttosto  la certezza di trovare un mare stupendo  e un gran numero punti spiaggia con differenti qualità.

La costa di Minorca  varia tra roccia e sabbia bianca in cui il comune denominatore è il mare turchese.

Sappiate che in Spagna non esistono spiagge private, le spiagge sono tutte demaniali, con concessioni ai vari stabilimenti balneari, quindi la maggior parte di hotel e villaggi non includono mai nei costi lettini e ombrelloni in spiaggia, di contro avrete comunque e sempre la possibilità di utilizzare spazi pubblici sulle spiagge.

Si sa che noi Italiani quando pensiamo al Mare associamo la spiaggia, quindi per esservi minimamente d’aiuto  ecco la nostra scelta tra i villaggi di Minorca, scelta motivata e dettata da anni di  vendita e dalla cernita tra i vari prodotti attualmente sul mercato. Sono infatti  3 opzioni ottime come rapporto qualità prezzo e che peraltro in questo momento con il prenota prima e altre scontistiche riservate , consentono di conservare nel portafogli qualche Euro, risparmio  che nulla toglie alla qualità dei servizi.

Se cercate una lunga spiaggia di sabbia certamente consiglio Son Bou a sud dell’isola, se desiderate anche una vacanza  tutto incluso senza pensieri di auto parcheggio e voli eccetera, completamente organizzata adatta a tutti, inclusi i bambini, concentratevi sul  villaggio  Arenas de Son Bou   , oltre ai servizi classici di un villaggio, sarete a 5 minuti di navetta dalla spiaggia, se invece preferite camminare calcolate un quarto d’ora e sarete in spiaggia, non è poco.

Una piccola spiaggia tranquilla a ovest di Minorca, che può apparire quasi privata è a Sa Caleta , qui lo sforzo è minimo per raggiungere la spiaggia se soggiornate al Sa Caleta Playa . Direttamente dal piccolo villaggio in 3 minuti sarete al mare e volendo avrete altre due cale vicine raggiungibili in pochi minuti a piedi.  Perciò in considerazione della formula tutto incluso dei servizi del villaggio di buon livello sarà la classica vacanza  Whitout stress, only sea and beach.

Più animata e con un litorale vario tra rocce con punti profondi e spiagge in sabbia è Cala’n Bosc, dista circa 10 km da Ciutatella e può andare molto bene per chi vuole avere comodi servizi negozi, bar e locali. A chi desidera il villaggio comodo alla spiaggia è un’ottima opportunità il Village Siesta Playa , una struttura molto raccolta che propone un trattamento  tutto incluso e l’ accesso diretto a una piccola cala di sabbia e rocce, mini club per i bambini  e il supporto alimentare per chi soffre di Celiachia .

Se siete per il fai da te e, potete muovervi solo nei mesi di punta: Giugno Luglio Agosto, prendete esempio dai nostri vicini nordici Tedeschi, Norvegesi, Danesi ecc…, organizzano le loro vacanze con largo anticipo e a marzo, aprile  hanno già stabilito tutto, voli hotel trasferimenti  e anche escursioni.

Questo anticipo vi permetterà di prenotare le sistemazioni migliori, al miglior costo.

Ma soprattutto volerete con dei costi interessanti, Easyjet vola diretta a Mahon da Milano, Venezia e Napoli, Meridiana e Alitalia da Roma e Bologna, mentre prevedete cambio a Madrid o Barcellona dal resto degli aeroporti Italiani.

Le strutture in Spagna e naturalmente  Minorca, hanno uno standard differente dal nostro italiano, mediamente più basso, quindi fate attenzione al costo, se troppo basso il motivo c’è, persino la regolamentazione è differente.

Se in Italia un albergatore propone un hotel 3* , significa che certi parametri devono essere rispettati, la metratura le finestre, il bagno devono essere  in linea con gli obblighi stabiliti.

In Spagna  non è proprio così, questo non significa che le strutture siano sotto tono, ma nel bouquet delle offerte non fatevi conquistare dalla camera che costa 15 euro a notte…perché rischiate se non avete un buon spirito di adattamento, una cocente delusione.

In ultimo ma molto importante, per il fai da te… Signori non dimenticate di stipulare un’ assicurazione.

la polizza sanitaria per la Spagna  costa poco ed è utile in caso di necessità,

L’annullamento è sempre consigliabile vi preserva da spiacevoli sorprese in caso di imprevisti che non vi permettono  la partenza.

Invia la tua recensione