Viaggio in Namibia - Mosaico Namibiano

La proposta è scaduta, puoi cercare tra le nuove offerte oppure inoltrarci una richiesta di preventivo personalizzata

Vedi tutte le offerte

Informazioni generali

  • Destinazione:
  • Durata:
    16 giorni - 13 notti

Namibia Fly & Drive

Un viaggio di turismo sostenibile in Namibia, un meraviglioso paese dominato da una natura ancora incontanaminata. Dall'imperdibile deserto del Namib al bellisimo ed unico Parco Etosha, passando per la Skeleton Coast e per il Damaraland, con le sue spettacolari formazioni rocciose e gli imperdibili siti di arte rupestre del massiccio del Brandberd e di Twyfelfontein. Non mancheranno gli incontri con la popolazione locale a Mondesa e Katutura, a Grootspitzkoppe, un tipico villaggio Damara e la visita di un villaggio tradizionale Himba, il fiero popolo seminomade che vive ancora secondo le antiche tradizioni. La visita del Cheetah Conservation Fund, centro per la salvaguardia dei ghepardi, specie alto rischio estinzione, permetterà la conoscenza e l'incontro ravvicinato con alcuni esemplari.

Dettaglio viaggio

Un viaggio di turismo sostenibile in Namibia, un meraviglioso paese dominato da una natura ancora incontanaminata

1° giorno

Volo Italia-Namibia

2° Giorno - Windhoek

Arrivo in aeroporto in mattinata, trasferimento a Windhoek, nel quartiere di Katutura al centro  Penduka (che in lingua Oshiwambo e Otjiherero significa “Svegliatevi”), un'associazione non governativa che impiega più di 100 donne Nambiane per la realizzazione di manufatti di artigianato locale e la realizzazione di vari progetti, tra cui l'accogleinza turistica. Pranzo in città. Nel pomeriggio visita guidata del centro città. Cena in città e pernottamento a Penduka in confortevoli bungalow.

3° giorno Windhoek-Solitaire 

Dopo colazione partenza per Solitaire, alle porte del deserto del Namib. Lasciata Windhoek, si attravererserano paesaggi incontaminati, quasi privi di presenza umana ed attraverso lo Spreethoogte Pass, uno dei più spettacolari della Namibia giungeremo a Solitaire, tappa di rito per chiunque visiti il paese. Dopo una breve sosta si prosegue per il lodge. Arrivo al lodge a metà pomeriggio. Tempo libero per relax, per una passeggiata nei dintorni o per una delle attività proposte. Sistemazione al Solitaire Guest Farm (o similare). Cena e pernottamento

4° giorno -  Deserto del Namib 

Partenza prima dell’alba in modo da arrivare all’apertura dei cancelli del parco prima del sorgere del sole. Mattinata dedicata all’escursione nel deserto con le sue splendide dune colora albicocca e con i suoi vlei (pozze effimere, quasi sempre asciutte), Sossouvlei e Dead Vlei. Dopo il pranzo, al sacco, visita della Duna 45 e del Sesriem Canyon. Rientro al lodge nel tardo pomeriggio. Cena e pernottamento

5° giorno – Solitaire - Swakopmund 

Dopo colazione partenza per Walvis Bay, attraverso lo spettacolare Kuiseb Canyon. Arrivo a Swakopmund nel primo pomeriggio. Dopo pranzo (libero in città), visita facoltativa alla Valle della Luna, uno spettacolare canyon scavato nel corso dei millenni dal fiume Swakop e della Welvitchia Drive, dove sopravvivono numerosi esemplari di Welvitchia Mirabilis, una incredibile pianta che riesce a sopravvivere in un ambiente drammaticamente ostile, fino a giungere all’esemplare più vecchio, che si stima abbia circa 1500 anni (circa 100 km di sterrato tra andata e ritorno). Rientro a Swakopmund nel tardo pomeriggio e sistemazione presso il Tina's Bed&Breakfast (o similare). Cena in città. Pernottamento

6° giorno: Swakopmund - Little Five e Mondesa

In mattinata, accompagnati da un’esperta guida naturalistica, escursione eco-friendly sulle dune ai margini della città alla scoperta degli “small five” e dello straordinario ecosistema del deserto. Rientro in città per il pranzo e partenza per Mondesa, la township di Swakopmund. Visita con guida locale di alcune realtà locali. Cena in città. Pernottamento al Tina's Bed&Breakfast (o similare).

7° giorno – Swakopmund-Cape Cross-Spitzkoppe

Dopo colazione partenza per Cape Cross per la visita di una delle colonie di otarie più numerose del continente Africano, popolata stabilmente da 80.000-100.000 esemplari. Proseguimento per Grootspitzkoppe, piccolo villaggio Damara ai piedi del complesso montuoso di Spitzkoppe (il “cervino d’Africa”).  Pranzo pic nic lungo il tragitto. Sistemazione presso lo Spitzkoppe Rest Camp, gestito dalla comunità locale. Nel tardo pomeriggio passeggiata per assistere al tramonto da uno spettacolare arco di granito rosso. Cena al camp

8° giorno Spitzkoppe

In mattinata visita di Grotzspitzkoppe, un piccolo villaggio che sorge ai piedi del complesso montuoso. Nel pomeriggio una guida locale ci accompagnerà nella visita della zona, spiegandone le origini geologiche, la flora e la fauna locali. Si visiteranno luoghi veramente unici, al di fuori dei circuiti turisti tradizionali, tra cui il Bushman Paradise (paradiso dei Boscimani) e lo Small Bushman Paradise Cena al Camp e pernottamento in bungalow.

9° giorno Spitzkoppe - Brandberg 

Dopo colazione trasferimento verso il Brandberg, la montagna più alta della Namibia. Arrivo al lodge in tarda mattinata, pranzo libero. Nel pomeriggio escursione con guida locale per la visita della zona, ci si inoltrerà in una valle all’interno del massiccio montuoso sino ad arrivare alla White Lady, la più famosa delle pitture rupestri dell’intero territorio Namibiano. Sistemazione presso il White Lady Brandberg Lodge, situato in una posizione unica, ai piedi del massiccio. Cena al lodge.

10° giorno – Brandberg-Twyfelfontein-Khorixas
In mattinata escursione con i mezzi del lodge per l’avvistamento degli elusivi elefanti del deserto (soggetta a riconferma in loco in base alla presenza o meno degli elefanti nell’area). In tarda mattinata partenza per Twyfelfontein per la visita guidata del più importante sito di arte rupestre San. A seconda dell'orario possibile sosta per la visita della Foresta Pietrificata e/o di alcune curisose formazioni geologiche (la "Montagna Bruciata" e le "Canne d'Organo"). Nel tardo pomeriggio proseguimento per Khorixas.  Cena e pernottamento all’Igowati Country Hotel (o similare).

11° giorno – Khorixas-Kamanjab-Parco Etosha
Dopo colazione partenza per Kamanjab e visita con guida locale ad un villaggio Himba, il fiero popolo seminomade che ancora vive tra Damaraland e Kaokoland secondo le antiche tradizioni. Dopo la visita del villaggio partenza per il Parco Etosha. A seconda dell’orario di arrivo ci sarà la possibilità di effettuare un primo safari nel parco. Pernottamento presso Okaukuejo Rest Camp o Halali Rest Camp (se non disponibili presso lodge esterni al parco).

12° e 13° giorno Parco Etosha

Giornate interamente dedicate ai safari nel parco. Il Parco Etosha, dove vivono circa 90 specie di mammiferi e più di 300 specie di uccelli è divenuto parco Nazionale nel 1907, uno dei primi in Africa ed in origine anche il più esteso, anche se ora la superficie è stata notevolmente ridotta.. All’interno del parco non esistono né fiumi né laghi ma soltanto delle grandi pozze d’acqua nelle quali gli animali si abbeverano ed attorno alle quali è possibile osservarne un gran numero. I safari verranno effettuati con il minibus, c’è comunque la possibilità, per chi lo desidera di effettuare i safari al mattino, pomeriggio e sera con i mezzi scoperti del Rest Camp o dei lodge presso cui si alloggia. Pernottamento e colazione.

Sistemazione: Okaukuejo Rest Camp  o Halali Rest Camp o Namutoni Rest Camp (se non disponibili presso lodge esterni)

14° giorno Etosha-Windhoek 

Dopo colazione partenza per Oijtiwarongo per una visita giornaliera al Cheetah Conservation Fund, un centro che si occupa della salvaguardia dei ghepardi, specie a rischio estinzione. La Namibia possiede la più grande popolazione di ghepardi mondiale (circa 2500 individui), durante la visita sarà effettuato un breve safari in cui sarà possibile osservare da vicino questi splendidi animali e verranno inoltre illustrate le attività del centro. Rientro nel tardo pomeriggio a Windhoek. Cena e pernottamento presso il centro Penduka. Cena a Penduka o in città.

15° giorno - Windhoek

Dopo colazione visita del quartiere di Katutura (letteralmente “il posto dove non vogliamo stare”). Si visiteranno alcuni caratteristici mercati locali, un asilo e/orfanotrofio del quartiere (secondo disponibilità) e si terminerà con una sosta in uno sheebeens, i bar informali frequentati dai locali per sorseggiare una bibita fresca. Ritorno a Penduka per il pranzo. Nel pomeriggio ultime ore a disposizione per lo shopping, trasferimento in aeroporto per il volo di rientro.

16° giorno

Arrivo in Italia.

 

Le quote sono calcolate sulla base di 12 partecipanti.