Viaggi in Cina consigli

  • Pubblicato il:
  • Autore: Pamm Travel
  • Tempo di lettura:

La Cina è immensa,  riuscire a dare brevemente dei consigli di itinerario è abbastanza difficile. Proviamo invece darvi indicazioni su come organizzare il vostro viaggio affinchè torniate con un buon ricordo di questo paese così diverso ma stupendo e sorprendente.

Dettaglio articolo

La Cina è immensa riuscire a dare brevemente dei consigli di itinerario è abbastanza difficile.

Vogliamo invece dare dei consigli di organizzazione alla base per una buona riuscita di viaggio.

Innanzitutto senza l’intenzione di screditare il popolo cinese, sappiate che i sistemi sono molto differenti dai nostri.

Guide, autisti e impiegati seguono le linee guida del paese quindi faranno quanto previsto dal loro incarico senza varianti sui programmi.

Girare la Cina in autonomia è un po’ complicato, innanzitutto la lingua Inglese non è molto diffusa, anzi poco, le indicazioni sono prevalentemente in Cinese, inoltre tutto quanto fa parte delle nostre buone abitudini in viaggio, mi riferisco ad applicazioni e internet, in Cina è oscurato  è infatti applicato il “Golden Shield Project“, chiamato anche “Great Firewall” . Si tratta di un sistema che oscura tutti quei siti che comunemente utilizziamo durante i nostri viaggi. Quindi niente Google Maps, WhatsApp, Facebook, Gmail…ecc

Un’alternativa per comunicare con l’Italia è scaricare l’app WECHAT, non è criptata perciò concessa nel territorio Cinese; Scaricatela prima di partire e prendeteci la mano perché è meno immediata del nostro WhatsApp.

Per l’organizzazione affidatevi a dei buoni corrispondenti locali che conoscano le abitudini Italiane in viaggio.

In Cina i voli Interni e treni, ingressi ai siti con molta facilità vengono annullati, avere un corrispondente vi eviterà inutili perdite di tempo agli sportelli delle compagnie per capire i perché e trovare delle soluzioni rapide per continuare il vostro viaggio.

Sconsigliamo il fai da te, salvo nelle grandi città, quindi ok Pechino, Shanghai e Hong Kong, no nello Yunnan, o a Xi’an, Guilin, Lanzhou, Zhangye, Hangzhou…ecc.

Durata, se desiderate visitare Pechino, Xian, Shanghai, vi bastano 12 giorni in totale , due giorni servono per il viaggio aereo in andata e uno per il viaggio di ritorno da Shanghai, perché recuperate quasi un giorno rientrando con il fuso orario.

Per Guilin e Hangzhou, aggiungete altri 4 giorni al vostro viaggio.

Per Visitare lo Yunnan aggiungete almeno 6 giorni

Se avete uno stop a Shanghai almeno di 4 giorni, potete visitare Hangzhou o Suzhou in giornata utilizzando il treno veloce.

Per le zone remote, come le montagne colorate dove non esistono infrastrutture quotidiane e continue, organizzate tutto da qua, e sempre con un referente locale. Anche in questo caso si potrebbero verificare eventi e imprevisti che prevedano tempestività nel cambiare programma senza perdite tempo.

Il governo è molto attento, quindi quando si verificano eventi straordinari atmosferici o altro, procedono nelle chiusure di siti e di strade senza deroga alcuna.

Ad eccezione di Hong Kong, nel resto della Cina è obbligatorio il Visto richiesto dall’Italia, fate richiesta almeno un mese prima della vostra partenza, il documento vi verrà spedito in originale, dovrete averne con voi anche una copia.

Il visto va conservato per tutta la durata del viaggio e vi verrà chiesto di restituirlo alla partenza.

Treni , per entrare e uscire dalla stazione vengono controllati i biglietti, quindi attenzione a non perderli perché in caso di smarrimento del documento di viaggio il controllore vi farà la multa…come da noi del resto

 

Quando?

La Cina come dicevamo è molto grande è un paese dove le precipitazioni non mancano, e un buon viaggio in Cina non può essere impostato in base al meteo. Non resta che dare delle indicazioni generali, valutabili di zona in zona a seconda del periodo

Estate Giugno Luglio ed Agosto, è la stagione più calda e umida in Cina, perciò consigliamo di avere sempre un ombrello con voi, oppure una cerata coprente. In prossimità delle zone montane se dovesse piovere la temperatura può scendere di parecchio, portatevi un piumino leggero ma caldo.

Settembre abbastanza caldo a Sud e le piogge diminuiscono.

Ottobre, inizia la stagione più secca, salvo ad Hong Kong e Sanya dove le piogge per via dei monsoni e tifoni proseguono.

Da Novembre a Marzo, le temperature scendono un po’ ovunque ma l’umidità è come da noi quindi la percezione del freddo può essere maggiore.

In Primavera da Aprile a Maggio, le temperature sono più miti ma piove, in compenso la natura si risveglia e i colori della vegetazione sono più intensi.  

Condividi Viaggi in Cina consigli

Offerte recenti

Seguici sui social